L’anello di giada

Quando da una singola immagine scaturisce una storia di mistero e stregoneria, intrecciata a un’indagine di polizia.


La pioggia cade sottile e impietosa quando Giulia Mancini, giovane ispettrice di polizia dell’Alto Adige, arriva nel luogo del suo prossimo incarico: all’esterno di un vecchio maniero semidiroccato, sono state ritrovate delle ossa umane. Un dettaglio inquietante le accompagna: pur evidentemente antiche, hanno attirato i lupi, che si sono accaniti su di esse come fossero fresche. Giulia inizia a indagare, e pian piano si addentra nella storia del castello e del suo lontano barone su cui si raccontano oscure leggende, tinte di superstizione quanto di sangue – una striscia di delitti che forse non è ancora terminata.

Racconto, pg. 33
EDIZIONE MONDADORI, 2020
disponibile in formato e-book GRATUITO


Recensioni

Una scrittura veloce, profonda, ipnotica e mai noiosa che mi ha guidata fra i monti del Trentino Alto Adige, dandomi la possibilità di leggere una storia di alto spessore.

Loredana Cescutti, Thrillernord.it


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: